Può, un giovane di 22 anni, essere poeta dall'età di 11 ?

Sì: Mauro Cesaretti ha cominciato ad amare la poesia a 11 anni, grazie una bella iniziativa anconetana.

Ecco la sua ultima silloge nelle parole della professoressa Capodici, appassionata linguista e italianista.

                                                                Laila Cresta

 

Il titolo di questa silloge già dice molto sul contenuto che si andrà a leggere: è un titolo accattivante, che usa una perifrasi nota, e che si introduce subito con un “se”, quindi con una ipotesi e nello stesso tempo con l’idea di un dubbio. In effetti la proposizione potrebbe essere una frase che indica una certezza assoluta, ma non è così perché c’è un “se”, e, nello stesso tempo, suggerisce al lettore che di suo potrebbe aggiungere un punto interrogativo. Si potrebbe dire che il titolo è una frase aperta, aperta al lettore che vi troverà sicuramente molto di sé.

 

Diamo un’occhiata anche alla copertina, che è opera dello stesso Cesaretti. Se dovessi definirla con poche parole, direi “bollicine di colore”. In effetti la si potrebbe collegare a bollicine di acquerello di molti colori, continuamente trascinate e sbavate quasi dalle emozioni (più o meno contrastanti), legate però da un solo sentimento: l’amore che, se è Amore, lo è per sempre.

 

Le poesie racchiudono in sé colori, immagini, movimento, suoni, silenzi, ricordi, emozioni vissute, emozioni personali ed emozioni universali. Ognuno può ritrovare sé stesso, la propria vita, il proprio passato e, perché no, i sentimenti e le emozioni che ci si augura per il futuro.

 

Si può dire che il poeta non ha scritto una sola silloge ma tante quanti sono i suoi lettori.

 

Le poesie sembrano talvolta dei veri e propri quadri dipinti all’acquerello. Alcuni oggetti in natura solidi diventano liquidi, gassosi, lievi e dotati di vita propria.

 

Anche il linguaggio è chiaro e fluente, forse anche per la scarsità della punteggiatura, che fa leggere tutto d’un fiato i versi. Anche il lessico non è né pesante né ridondante, neanche quando il poeta usa la rima. Tra l’altro la rima riesce a dare un senso di antico ad alcune poesie, fra le tante con un linguaggio moderno e chiaro.

 

Talvolta le poesie, soprattutto quelle brevi, sembrano delle vere e proprie fotografie, delle istantanee: immagini che arrivano dirette e restano fisse nella memoria.

 

L’amore è descritto come qualcosa di etereo ma anche di tangibile, di concreto, oltre che un sentimento eterno, universale, dalle molteplici sfaccettature.

 

In questa silloge troviamo l’amore fatto di ricordi, non solo quelli belli ma anche quelli dolorosi, il sentimento delle emozioni vissute, ma che si temeva di aver dimenticato. C’è l’amore per le persone, per le cose, per la natura, per le proprie passioni, così come ci sono le soddisfazioni e l’amarezza delle delusioni della vita e il dolore della morte. Ma c’è anche l’eterna ricerca dell’amore e il desiderio di raggiungerlo, nonostante il percorso sia spesso difficile e impervio.

 

L’importante è ricordare che l’amore, se è vero sentimento e vero modo di espressione, sarà per sempre. Nessuno ce lo potrà portare via. La nostra vita è fatta di tutte le sfumature dell’amore, e questi versi ci aiutano a trovarle fuori e dentro di noi.

 

Quindi, ripensando al titolo, dire che se è amore, lo sarà per sempre, non è fare un’ipotesi, ma dare una certezza.

 

 

 

L’autore, Mauro Cesaretti, nasce ad Ancona nel 1996 e già all’età di 11 anni si avvicina al mondo della poesia seguendo il festival anconetano “La punta della lingua”.  Da quel momento inizia la sua produzione poetica.

Con le Edizioni Montag pubblica tre sillogi appartenenti alla trilogia “Infinito”:

“Se è Vita, lo sarà per sempre” (2013),

“Se è Poesia, lo sarà per sempre” (2015) e

“Se è Amore, lo sarà per sempre” (2017).

Nel gennaio 2014 il Nostro abbina la poesia alla danza e crea una nuova forma artistica, chiamata Body Poetry”, nella quale il ballerino interpreta la poesia per mezzo del corpo.

Nel novembre 2015 comincia a scrivere recensioni cinematografiche per il sito Amicinema divenendone, poi, nel 2016 Capo intervistatore.

 

Prof. Giuseppina Lucia Capodici

 

 

 

Mauro Cesaretti

 

Se è amore lo sarà per sempre

 

Edizioni Montag (2017)

 

12 euro

 

ISBN-13: 978-8868921897