POVERA PICCOLA                             noir

In un tranquillo paese dell'Ile de France, un omicidio eccellente sconvolge la sonnolenza della campagna: è una notte di primavera, e lo scienziato parigino trovato morto non ha nessun motivo di essere lì, ma c'è, massacrato di botte prima di essere finito con un colpo di pistola. Non è stato neppure derubato. Vicino al fiume, vengono poi trovati morti anche un innocuo clochard che tutti conoscevano, e una "fabbricante di angeli" in pensione, che passava il tempo sulla panchina al sole. In più, una ragazzina è sparita, e non si riesce a trovare un legame fra tutti questi delitti, salvo il paese "tranquillo". Su tutto, aleggia l'ombra di un triste delitto come la pedofilia, che allunga adunche dita nel passato e nel futuro, spandendo ovunque rovina e dolore. Il commissario Draguignan, il terribile "Dragon", indaga aiutato dall'agente Panelli, un bel ragazzo di origini siciliane coraggioso e di buon carattere. Fin dall'inizio, nella vicenda si trovano coinvolti Genny, antico ed eterno amore di Draguignan, il grosso e geniale figlio di lei, Robert, e ragazze piacevoli, portate per l'amore. Un editore a pagamento, sì, ma è stata la prima pubblicazione. Del 2006.

 

Laila Cresta

Povera Piccola

Albatros

collana NuoveVoci - Tracce

 ISBN 978-88-567-4370-8