Perché questo Concorso? Perché Laila ama la poesia da quando la mamma le recitava le prime filastrocche, e ancora non parlava. La prima l'ha fatta appena ha incominciato a scrivere.

La poesia è qualcosa di eccezionale: non chiede altro che sensibilità al bello e alle emozioni proprie e altrui, dimestichezza con la lingua, e una certa acculturazione (che non è lo stesso che dire "scolarizzazione, sigh). Occuparsi di poesia è quindi piacevole, gratificante, e innalza dai problemi quotidiani a una sorta di Empireo dove essi non arrivano o, se lo fanno, vengono sublimati. Inoltre, in Laila e negli amici e nelle amiche della Giuria, c'è l'amore per la propria lingua, per la propria città e per il proprio mare, messo al centro dei temi cui devono ispirarsi le poesie: "UOMINI, E DONNE, SUL MARE" E' infatti questo l'unico argomento espressamente richiesto agli Amici di Erato. PIU', qualsiasi argomento essi vogliano cantare.

Dal 2015, sono in Concorso anche le Short Story, storie brevissime e fulminanti (una cartella) con le quali gli amanti di Erato cercheranno, di colpire, di impressionare, la nostra musa. 

PRIMA  ANTOLOGIA...                                                      AL SECONDO  CONCORSO!                            MA PERCHE'?

Semplice da spiegare: dopo il primo concorso, una Casa Editrice,  che aveva già pubblicato una silloge di Laila, scrisse offrendosi di sponsorizzare un'antologia del concorso. Quando però fu tempo di pubblicarla, quando l'antologia già era stata preparata e pubblicizzata, l'editore si tirò indietro, dicendo che non se lo poteva più permettere. Così, dopo una ricerca on-line, si decise per youcanprint, naturalmente pagando il servizio. Comunque, quell'editore aveva avuto un'ottima idea: le nostre antologie sono sempre più belle e più ricche (bisogna anche imparare) e sono diventate una caratteristica del nostro Concorso.

LA PRIMA ANTOLOGIA (2013)
LA PRIMA ANTOLOGIA (2013)