V Concorso Internaz. Poesia Occ. e Haiku, Genova 2016

 

I PREMIATI

 

 

 

SEZIONE POESIA OCCIDENTALE

 

1-         Ester CECERE

 

2-         Gianni ODINO

 

3-         Gloria MESSINA

 

4-         Nunzio INDUSTRIA

 

 

 

SEZIONE HAIKU

 

1-         Pasquale ASPREA

 

1-         Walter VIAGGI           (pari merito)

 

2-         M. Laura VALENTE

 

3-         Roberto TIMO

 

4-         Gianni ODINO

 

 

 

SEGNALAZIONI DI MERITO HAIKU

 

Rita Simonetta SARCHI

 

Serena CICCONE

 

Ornella VALLINO

 

Marta COMPAGNONE

 

Nunzio INDUSTRIA

 

 

 

LE  “SHORT STORY”

 

Nunzio INDUSTRIA

 

Andrea POLINI

 

Laila CRESTA (fuori concorso)

 

 

10 DICEMBRE 2016, CON L'APERICENA AL BLANCO DI CARIGNANO A GENOVA:                  LA PREMIAZIONE

 

Dopo il ringraziamento agli ottimi poeti (premiati con attestato numerato tratto da un’opera esclusiva dell’artista Marina Vignolo e con una copia dell’Antologia “I Poeti di Erato IV”) che hanno presentato le proprie opere, la dott.sa Fuyung Wong, medico e orientalista (nonché membro della giuria di Erato) ha letto il “pezzo” che ha scritto  per l’antologia, su arte, artiterapia e nevrosi, poi ha dedicato ai presenti la poesia di un giovane cinese contemporaneo, leggendola prima in lingua originale perché fosse possibile apprezzarne il ritmo interno: in ogni lingua la poesia è la “sorellina piccola” della musica e ogni lingua ha i propri ritmi. Laila Cresta ha poi letto la musicalissima “prosa poetica” di Giovanni Odino che ha avuto il primo premio fra le “Short Story” e ha parlato delle altre opere. Come spesso accade con gli amici di Erato, una semplice premiazione ha finito per diventare una chiacchierata sulla poesia, italiana e no, e sulla sua correttezza formale. La canso provenzale e la canzone petrarchesca, l’endecasillabo e l’haiku, la grammatica italiana e il plurale delle parole straniere in un contesto italiano (LE “Short STORY di Erato”)… Nell’elegante sala del “Blanco” di Carignano, in cui è stata offerta dalla “Stanza di Erato” una ”Apericena” abbondante e variegata, si è creato veramente un ambiente piacevole, formato da persone per le quali la cultura è una delle cose migliori della vita. Persone la cui amicizia è preziosa, e cementata dall’amore per la poesia: I POETI DI ERATO.