anno 9 n. 32 - giugno 2018

   

 

   LE NOVITA' DI 

 

ERATO

 

 All'interno, IL BANDO DEL

 

VII CONCORSO INTERNAZIONALE DI

 

POESIA OCC. E HAIKU, GENOVA 2018

 

(CON LE STORT STORY DI ERATO)

 

 

NOVITA' IN EBOOK E IN CARTACEO, SU AMAZON               E SU TUTTI GLI STORE ON-LINE

 

La maestra e la strega

I Custodi del Mare

Gli artefici del Sogno

No, chiedo scusa ai lettori, ma la prima versione del libro (specie il cartaceo) non mi è piaciuta: mal impaginata e per questo anche faticosa da leggere. Un "incidente" di percorso, dovuto al fatto che io non avessi capito che il costo del "servizio" non comprendeva la cura del testo. Anche con Youcanprint devo fare tutto io, ma i loro servizi costano molto meno, sono fedelissimi a quello che preparo io e mi danno copie del libro... A parte che la nuova copertina è più aderente al testo che, fondamentalmente, è una "fabula", come spesso la fantascienza. Presto sarà disponibile la nuova versione, riveduta e corretta. 

Capisco che non tutti possano essere dei bibliofili come lo siamo io e la mia famiglia, ma secondo noi la prima versione  ("La Maestra e la Strega: I Custodi del Sogno") era proprio brutta. Questa versione è un'altra cosa: lo è in tutto, è stata anche rivisto il testo. Il titolo è leggermente diverso sia perché sia chiaro che si tratta di una versione nuova, sia perché è più adatto a una storia che si svolge a Genova, fra i "Conservatores Maris": i Custodi del Mare.

 

           BUONA LETTURA A TUTTI!

 

Erato su un manifesto déco: il logo del concorso 2014
Erato su un manifesto déco: il logo del concorso 2014

 

 

"Noi siamo di quelli

che amano

la poesia come musica,
o come pensiero

liricamente figurato in parole.

 

(V. Cardarelli- LE OPERE E I GIORNI, in
"Solitario in Arcadia"- Milano 1948)

Questa definizione di Cardarelli credo che possa essere adatta alla poesia in qualsiasi lingua: la sonorità dei versi comunica sensazioni esattamente come il loro contenuto. Intendiamoci, questo è vero anche per la prosa, più di quanto non si creda, ma per me la poesia è davvero la "sorella piccola" della musica.